close
Cultura

#BussoLaLeggenda // Il tenero fantasma del Cardarelli

Chiunque viva a Napoli conoscerà sicuramente, almeno di nome, l’Ospedale Cardarelli.

Questo nosocomio è noto ai più in quanto uno dei maggiori ospedali del Sud Italia, ma forse non tutti sanno che in questo luogo capita che si aggiri un fantasma.

E’ così: qui persino gli ospedali esigono le proprie leggende e i propri spettri. Ecco dunque che questa settimana #BussoLaLeggenda vi racconta la storia di questo fantasma gentile che potreste incontrare se vi capitasse di trovarvi nei dintorni del Cardarelli.

Sogno o realtà?

Il fantasma si manifesterebbe alle porte dell’Ospedale, proprio prima dell’ingresso.

Apparirebbe con le fattezze di un anziano signore, con cappello e bastone, e si dice che sia davvero difficile capire che non si tratta di una persona vera. Sembrerebbe infatti così solido e reale da non poter minimamente immaginare o dedurre la sua natura ectoplasmatica.

Per questo, fioccano testimonianze e racconti di persone che si sarebbero intrattenute con il vecchietto, che si mostra invero sempre affabile e gentile, per poi scoprire solo al suo svanire in una nuvola di fumo che si trattava proprio del celebre fantasma.

L’automobilista e il vecchio

Una delle storie più celebri che riguardano questo fantasma è quella che ha per protagonista un uomo la cui macchina sarebbe finita in panne proprio davanti all’Ospedale. Erano circa le undici e mezza di sera.

Seccato, l’uomo sarebbe uscito dalla macchina cercando di capire cosa non andava e perché gli stesse dando tutti questi problemi – era infatti da un po’ di tempo che il motore faceva delle bizze; mentre era impegnato ad indagare sullo stato della sua automobile, gli si sarebbe avvicinato un signore anziato, ben vestito, chiedendogli cosa stesse succedendo.

L’automobilista avrebbe spiegato al vecchietto la situazione e poi, sempre cercando invano di far ripartire l’automobile, si sarebbe fermato a chiacchierare con lui del più e del meno.

Di parola in parola, alla fine l’automobilista chiese al signore cosa ci facesse lì, fuori dall’ospedale a quell’ora tarda; il vecchio avrebbe sorriso ed avrebbe così risposto:

Io sono morto da tempo. Ma mia moglie è nell’ospedale, ricoverata per un’operazione – e sta per morire. Sono venuto a prenderla.

Sentendo quelle incredibili parole, l’automobilista si sarebbe voltato di scatto verso l’anziano, per scoprire che non c’era nessuno accanto a lui. Del signore con cui aveva conversato fino a qualche istante prima non rimaneva che un’ombra di fumo.

L’uomo, turbato, sarebbe salito in macchina, cercando di farla partire per l’ennesima volta: questa, volta, il motore si accese e l’automobilista riuscì a tornare a casa.

Il tenero fantasma del Cardarelli

Sono in molti ad aver visto il fantasma di quest’uomo, e, quando si chiacchiera per un po’ con lui, il vecchietto dice sempre la stessa cosa: è venuto a prendere lo spirito della moglie, morta per un’operazione.

Tuttavia pare che l’anima della moglie abbia abbandonato questa terra – e così il povero signore continua a vagare in pena, cercandola inutilmente, senza riuscire a rassegnarsi a lasciarsi alle spalle questa vita terrena.

Se vi capitaste di trovarvi, la sera o meglio ancora la notte, nei pressi dell’ospedale fate bene attenzione: se vedrete un anziano signore sulla soglia del Cardarelli potrebbe trattarsi proprio di questo fantasma tenero e gentile che sembra non aspettare altro che qualcuno con cui scambiare qualche parola.

Non perderti gli altri articoli sulle leggende della Campania:

_

Continua a seguire il nostro sito e la pagina Facebook de La Bussola TV per orientarti e informarti in Campania. Siamo anche su Instagram!

 

Tags : BussoLaLeggendaCardarellifantasmaleggendedellacampanianapoli
Simona Lazzaro

The author Simona Lazzaro

Leave a Response